giovedì 5 novembre 2015

NOVEMBRE A PIERCIRONI E DINTORNI... Informazione e Proposta

Il nostro mese di novembre, accanto all'offerta di corsi workshop e eventi, continua  all'insegna dell'informazione e della PRESENZA ATTIVA SUL TERRITORIO in strada e nei giardini adiacenti,  precisamente Giardini dell'Infanzia-Passerella e asilo del Campino.

A via PierCironi, a seguito della chiusura del market nigeriano di via Santa Margherita della settimana scorsa, registriamo l'aumento dell'afflusso di spacciatori e compratori. Fortunatamente, registriamo anche il ritorno del gestore del Kebab, il mitico Mammohud, un omone baffuto pakistano ben piazzato con il quale abbiamo costruito un buon rapporto. Ad agosto si è dovuto assentare per un grave lutto, è dovuto tornare in Pakistan e ha lasciato il Kebab ai ragazzi che hanno fatto quello che hanno potuto. Il primo di novembre fortunatamente per noi è tornato e ha ripreso a lavorare nel locale, trovando la situazione tremendamente peggiorata, praticamente il locale pieno di spacciatori di colore, che stazionano nell'androne in attesa dei clienti tossici e tutti al riparo della vista delle forze dell'ordine. Abbiamo parlato serenamente e fermamente con lui, spiegandogli che il locale (e la responsabilità) inizia "con la soglia di ingresso", che lui  deve ricominciare ad allontanare la miriade di soggetti balordi che stazionano all'interno e di fronte al locale con mille scuse. Gli abbiamo raccontato che la scorsa settimana un ladro con tanto di refurtiva (orologi) si è nascosto nel suo locale ed è stato inseguito e arrestato dalla polizia, che il suo locale come gli altri gestiti da extracomunitari è sotto la lente d'ingrandimento e attenzionato, se non vuole vedere chiudere il suo locale e perdere il lavoro deve allontanare energicamente gli spacciatori, i tossici, e chiunque entra nel suo locale "non" per comprare panini o bevande. Lui non se lo è fatto ripetere, abbiamo assistito già a decine di respingimenti da parte sua, mentre noi ci mettiamo fuori a "spazzare" la via e a guardare insistentemente negli occhi gli spacciatori e i compratori di eroina, sempre con la scusa che si sta spazzando... Dopo una mezz'ora di presenza in strada si allontanano definitivamente, almeno fino a che siamo aperti. Noi ci ri-siamo, tutti i giorni tra l'emporio del Vintage e la strada da spazzare, a dargli supporto. 
Questa sinergia informale e integrativa per noi di Recuperiamoci! è vitale e importante, non ci stanchiamo di raccontarlo a tutti, il mese scorso abbiamo  ricevuto insulti e velate minacce, bene, significa che diamo fastidio, quindi avanti! Invitiamo in continuazione TUTTI a venire in strada con una scusa qualunque, fosse solo per un saluto di pochi minuti, una sbirciata al negozzietto, chi ci porta scarti recuperabili o viene e prende un caffè... una chiacchiera in strada o una sigaretta sull'uscio... in questo modo siamo realmente aiutati dai cittadini a svolgere un' attività di riqualifica, fin qui non reputata di pubblica utilità e per questo degna di essere sostenuta istituzionalmente. Siamo convinti che questa è l'unica via per riqualificare, che parlare con Mammhud e fargli capire che ci siamo, informare la cittadinanza di quello che accade e invitarla a partecipare alla riqualifica è IMPORTANTISSIMO. 
Ieri sera la strada era "pulita" in tutti i sensi.  E V V I V A ! !


SUL FRONTE GIARDINI DELL'INFANZIA-PASSERELLA E ASILO DEL CAMPINO, dal mese di ottobre abbiamo ripreso ad andare con frequenza giornaliera  con gli amici dell'associazione, prima delle 12 e delle 16,  orari di uscita dei bambini dall'asilo, alla Passerella a volte anche dopo le 17. Se troviamo siringhe le raccogliamo con pinze e guanti per consegnarle all'ASM in totale collaborazione e senza sovrapporci, se troviamo tossicodipendenti a farsi, li informiamo che lì ci sono bambini e li invitiamo ad allontanarsi. E quasi sempre ci riusciamo, altrimenti...  chiamiamo il 112.
Ieri abbiamo contato le siringhe raccolte in zona la settimana scorsa, l'ultima di ottobre: 53 siringhe e una dozzina di aghi. Svolgiamo opera di sensibilizzazione e di supporto ai due custodi incaricati dell'apertura e della chiusura. Le passeggiate sono aperte a tutti coloro che vogliono metterci la testa e il cuore, a tutti quelli che alla protesta preferiscono l'azione di riqualifica. I giardini dell'infanzia-Passerella vengono ricordati come un luogo bello, un giardino fiorito pieno di bambini che giocavano, con le due grandi voliere piene di uccelli, la montagna di sabbia per far divertire e sporcare per bene i bambini... La fontana piena di pesci e tartarughe, dove i bambini andavano a portare i loro pesci rossi per non farli stare soli dentro la palla di vetro. Oggi la fontana è ferma, e vederla così malconcia fa tanta tristezza. La nostra azione ha provocato tanti maldipancia e malumori da parte di alcuni amministratori, ci teniamo a dire che non è certo contro di loro che ci interessa rivolgerla, la mettiamo a disposizione di tutti i cittadini e gli amministratori decisi ad affrontare il problema, intendiamo partecipare e facilitare un reale percorso di riqualifica basato su azioni concrete e coordinate. L'approccio avuto sin qui non ha segnato una reale riduzione del danno, anzi, il problema è in aumento costante, se si abbandonano i proclami e ci si rimbocca le maniche si può affrontare e iniziare a ridurre.



















   NOI siamo nel CENTRO PIENO della realtà (e della città) qs il raccolto informale (complementare a quanto raccolto da ASM) della scorsa settimana tra Campino Serraglio Passerella... 53 siringhe recuperate nelle "passeggiate" in zona prima delle 12 e delle 16, orari di uscita dei bambini dall'asilo del Campino.... sono 53 siringhe e 12 aghi, 63 pericoli allontanati. Non serve NASCONDERE E MINIMIZZARE... Diamo il nome (e i numeri) alla realtà, troveremo prima la strada per RISOLVERE.


Per continuare la nostra attività di PRESENZA E INFORMAZIONE abbiamo bisogno del sostegno  (non solo morale) dei CITTADINI...
AD ESEMPIO... nel nostro mercatino dell'usatoin via PierCironi 11 abbiamo tanti oggetti donati e recuperati il cui ricavato ci consentirà di proseguire la nostra opera. Perchè non venite a trovarci e a conoscerci?